Gela, picchia la moglie davanti al figlio in lacrime e le spezza le gambe...




I carabinieri, chiamati dai vicini, sono intervenuti e hanno arrestato in flagranza di reato il marito con l'accusa di sequestro di persona e lesioni personali aggravate.



Ancora violenza, ancora orrore sul corpo di una donna. Un operaio di 46 anni, di Gela, dopo avere litigato per l'ennesima volta con la moglie, l'ha picchiata, l'ha sequestrata in casa e per impedirle di uscire con una sedia le ha spezzato le gambe. A nulla sono valse le suppliche del giovanissimo figlio che, in lacrime, ha assistito al pestaggio della madre. I carabinieri, chiamati dai vicini, sono intervenuti e hanno arrestato in flagranza di reato il marito con l'accusa di sequestro di persona e lesioni personali aggravate. La donna è stata soccorsa e ricoverata in ospedale. Ha riportato contusioni ed escoriazioni in varie parti del corpo nonché lesioni agli arti inferiori giudicate guaribili in 30 giorni. L'episodio è avvenuto in un alloggio popolare del quartiere "Marchitello", alla periferia ovest di Gela. La donna è stata assistita dai carabinieri ed informata delle tutele di legge e delle modalità di accesso alle strutture protette...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari