Libia: ricordi di viaggio







PRIMA DI RIPARTIRE HO VISITATO UN CARCERE A MISURATA, OVVIAMENTE QUELLO CHE CI HANNO MOSTRATO SI POTREBBE CONSIDERARE UN CARCERE MODELLO. DOPO AVER CONSEGNATO TELECAMERA E TELEFONINI CI HANNO PERMESSO DI ENTRARE CON L'OBBLIGO DI NON RIVOLGERE LA PAROLA AI PRIGIONIERI. ABBIAMO VISITATO UNA DIECINA DI CELLE, STANZE SENZA FINESTRA DI CIRCA 20 METRI QUADRI, , UN BAGNO DI UN METRO QUADRO CON UN GABINETTO ALLA TURCA ED UN LAVANDINO, LETTI A CASTELLO CON MATERASSI VECCHI E SFONDATI. 

IN OGNI CELLA VENTI PERSONE, TUTTI RAGAZZI, PRIGIONIERI FATTI DURANTE LA BATTAGLIA DI MISURATA. APPENA ENTRAVAMO NELLA CELLA SCATTAVANO IN PIEDI E SI METTEVANO IN FILA SULL'ATTENTI. SUI LORO VISI, APPENA CI HANNO VISTO, SI E' ACCESA UNA LUCE DI SPERANZA, MA QUANDO HANNO CAPITO CHE ERA UNA SEMPLICE VISITA DELLA STAMPA INTERNAZIONALE, E QUINDI CHE NON POTEVAMO FARE NULLA PER LORO, LE ESPRESSIONI DEI VOLTI CAMBIAVA E LA LUCE SI SPEGNEVA. HO PROVATO UN FORTE SENTIMENTO DI RABBIA, MI RENDEVO CONTO DI ESSERE IMPOTENTE E DI NON POTER FARE NULLA PER AIUTARLI.NON BISOGNAVA ESSERE GRANDI STRATEGHI O ESPERTI SI POLITICA INTERNAZIONALE PER INTUIRE QUELLO CHE STA SUCCEDENDO IN LIBIA.

 IERI E' STATA ASSALTATA E CONQUISTATA LA CITTA' DI BANI WALID, UNA DELLE ULTIME ROCCAFORTI DI GHEDDAFI A CADERE. IL FUOCO COVA SOTTO LA CENERE, ASPETTATIVE DELUSE, GOVERNO DEBOLE OSTAGGIO DELLE MILIZIE ARMATE, ECONOMIA BLOCCATA, NIENTE LAVORO, LA GENTE COMINCIA A CHIEDERSI QUANTO ALTO E' IL PREZZO DI QUESTA DEMOCRAZIAMISURATA UNA CITTA' BOMBARDATA COME LE ALTRE, IN VIA TRIPOLI E VIA BENGASI SONO EVIDENTI I SEGNI D BATTAGLIE MOLTO ASPRE. SU VIA TRIPOLI E' SORTO UN MUSEO DELLA GUERRA IN CUI SONO ESPOSTI NUMEROSISSIMI RESIDUATI BELLICI, ARMI DI TUTTI I TIPI, DAI CARRI ARMATI ALLE ARMI ARTIGIANALI COSTRUITE DAI COMBATTENTI. 

CI SONO OGGETTI APPARTENUTI A GHEDDAFI, FOTO DI FERITI E UNA SERIE DI OGGETTI LEGATI ALLA GUERRA. QUELLO CHE PERO' COLPISCE E FA RIFLETTERE E' UNA INTERMINABILE FILA DI FOTO, CENTINAIA E CENTINAIA UNA ACCANTO ALL'ALTRA. SONO SOPRATTUTTO FOTO DI RAGAZZI, RAGAZZI CHE HANNO COMBATTUTO E CHE SONO MORTI. MISURATA SEMBRA QUASI UNA CITTA' TORNATA ALLA NORMANITA' NEGOZI APERTI, TRAFFICO, GENTE CHE AFFOLLA LE STRADE. SIRTE INVECE SEMBRA UNA CITTA' DISABITATA, NEGOZI CHIUSI POCA GENTE, SIRTE E' UNA CITTA' VINTA, MISURATA E' UNA CITTA' VINCITRICEUNA NOTA CURIOSA, A SIRTE IL NOSTRO AUTISTA, PER EVITARE IL TRAFFICO HA PERCORSO LA PISTA DI ATTERRAGGIO E DI DECOLLO DELL'AEROPORTO, RISCHIANDO DI FARE UNO SCONTRO FRONTALE CON UN.............DROMEDARIO!!!!

SIRTE SECONDA CITTA' DELLA LIBIA, ULTIMA ROCCAFORTE DI GHEDDAFI A CADERE IN MANO ALLE MILIZIE DI BENGASI. BOMBARDATA ANCHE DALLA NATO E' OGGI UNA CITTA' IN GINOCCHIO IN CUI LA TENSIONE SI PERCEPISCE FORSE PIU' CHE ALTROVE.SE E' VERO CHE ANCHE IN LIBIA LO SPORT NAZIONALE E' IL CALCIO E IL CAMPIONATO NON ANCORA RIPRENDE, VUOL DIRE CHE IL PAESE NON ANCORA TORNA ALLA NORMALITA'!!!!MI PIACE RICORDARE CHE IN LIBIA, LA BENZINA ALLA POMPA, COSTA 6 CENTESIMI DI EURO A LITRODELUSIONE E INSOFFERENZA, QUESTO E' QUELLO CHE SI PERCEPISCE PER LE STRADE DI TRIPOLI PARLANDO CON LA GENTE. DELUSIONE PERCHE' L'ASPETTATIVA, DOPO 42 ANNI DI REGIME DI GHEDDAFI, ERANO ALTISSIMA, DELUSIONE PERCHE' GLI EFFETTI DEL CAMBIAMENTO NON SONO ANCORA PERCETTIBILI. CHIEDONO ELEZIONI AL PIU' PRESTO, CHIEDONO LAVORO, OPPORTUNITA' DI CRESCITA, CHIEDONO UNA SPERANZA PER IL FUTURO. AGLI ANGOLI DELLE STRADE SI ACCENDONO SPESSISSIMO VIOLENTE DISCUSSIONI TRA LA POPOLAZIONE, IN QUALCHE PIAZZA INIZIANO LE PRIME TIMIDE MANIFESTAZIONI ANTIGOVERNATIVE, INTANTO SULLE STRADE LA PRESENZA DELLE MILIZIE NON DIMINUISCE.12.000 SOLDATI AMERICANI SBARCATI A MALTA, NON SI SA MAI.....!!!! 



LA LIBIA POTREBBE AVERE BISOGNO DI PROTEGGERE I POZZI DI PETROLIO. CONSIGLIERI MILITARI ITALIANI IN LIBIA, 100 TRA UFFICIALI E SOTTUFFIALI PER ADDESTRARE LE FORZE DI POLIZIA E IL NUOVO ESERCITO CHE DOVRA' NASCERE, NON SI SA MAI......!!!! POTREMMO VENDERE LE NUOVE ARMI PER RIFORNIRE IL NUOVO GOVERNO.TUTTI DICONO CHE LA LIBIA HA GRANDI RICCHEZZE, IO PENSO CHE OGGI HA SOLO TANTI SOLDI, LA RICCHEZZA E' QUALCOSA DI PIU', E' RISPETTO DEI DIRITTI CIVILI, RISPETTO DELLE IDENTITA' ETNICHE, RICCHEZZA E' POSSIBILITA' DI UN FUTURO MIGLIORE PER TUTTI

Commenti

AIUTIAMO I BAMBINI DELLA SCUOLA DI AL HIKMA

facebook