Putin: "Non ho giornatacce perché non sono una donna"...




Così ha risposto il presidente russo in un'intervista con Oliver Stone per il documentario "The Putin Interview". E offende anche i gay: "Non farei mai una doccia vicino a uno di loro"



NUOVA caduta di stile per Vladimir Putin. Durante un'intervista con il regista Oliver Stone, al lavoro su un documentario dedicato proprio alla sua figura, il capo del Cremlino ha dichiarato di "non avere mai giornate no perché lui non è una donna". E ha poi aggiunto: "Non voglio insultare nessuno, è solo la natura delle cose, ci sono cicli naturali".

Ma con le sue sparate da macho il presidente russo non si è limitato a offendere le donne. Perché qualche minuto dopo si è rivolto in maniera offensiva anche nei confronti degli omosessuali: "Farebbe mai un bagno nelle vicinanze di un gay?", gli ha domandato Oliver Stone. Più che convinto il presidente ha risposto: "L'importante è non farci la doccia, sai com'è...meglio non stuzzicare, sono maestro di Judo!". E in entrambi i casi le risposte su Twitter non si sono lasciate attendere.

L'intervista continua toccando il piano del lavoro e della politica internazionale. "Non penso che qualcuno si salverebbe da un conflitto tra gli Stati Uniti e la Russia", ha dichiarato il Presidente. E quando il regista gli chiede se ci sono speranze di cambiamento nelle relazioni tra Usa e Russia, Putin risponde: "C'è sempre speranza. Fino a che non siamo pronti a portarci al cimitero e
seppellirci".

L'intervista fa parte del documentario The Putin Interview, che raggruppa una serie di incontri che il regista americano ha avuto la possibilità di registrare con il leader russo e che verranno trasmessi dal 12 giugno negli Stati Uniti...

(R.it Esteri)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari