Fuga di civili da Raqqa: ogni giorno 800 persone arrivano al campo profughi di Ain Issa...




Il direttore del campo, Jalal al-Ayyaf, già a metà maggio aveva stimato in oltre 20.000 il numero degli sfollati



La fuga di civili siriani accelera le previsioni per l'offensiva sulla 'capitale' nel nord siriano dello Stato Islamico (Isis) dalla quale circa 800 persone arrivano ogni giorno nel campo profughi di Ain Issa, località a circa 30 chilometri più a nord: lo ha detto oggi da Parigi l'Ong Medici senza frontiere (Msf).

"Ogni giorno arrivano 800 persone nel campo", e la situazione è difficile a causa della mancanza di risorse, ha detto ai giornalisti Natalie Roberts dell'unità di emergenza dell'organizzazione umanitaria.

Nelle ultime settimane, circa 10.000 persone sono arrivate nel campo controllato dalle Forze democratiche siriane (Fds), un'alleanza di combattenti curdi e arabi sostenuti da Washington.

"Le persone sono bloccate fuori del perimetro del campo, perchè le procedure di controllo e di registrazione richiedono tempo", ha detto Roberts, facendo riferimento alle precarie condizioni di vita a causa del calore, la mancanza di acqua e di tende.

L'Onu non è presente in loco. Ma "la gente dice che è tempo di fuggire da Raqqa, mentre il fronte si avvicina. E' difficile uscire dalla città, si deve pagare i contrabbandieri e c'è il grosso problema delle mine", ha aggiunto. A metà maggio, il direttore del campo, Jalal al-Ayyaf, ha stimato in oltre 20.000 il numero degli sfollati.

La coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti fornisce una potente copertura aerea alle forze di terra impegnate contro l'Isis. Dopo aver inseguito jihadisti da diversi settori che portano alla città, l'Fds è ora a tre chilometri da Raqqa dal lato est, e quattro chilometri dal lato nord...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari