Straripamenti e frane in Colombia, oltre 350 morti...






Sono 360 i morti oltre 100 i dispersi in Colombia per colpa della violente piogge che la stanno colpendo in questo periodo dell'anno. E' il bilancio riportato dal presidente Juan Manuel Santos, per il quale la maggior parte dei danni si sono verificati nei dipartimenti di Putumayo, Caldas, Antioquia, Cauca e Santander.
La maggior parte delle vittime si è avuta a Mocoa, capitale del Putumayo, dove una valanga di fango e rocce già lo scorso 1 aprile aveva causato la morte di 323 persone. La tragedia è stata causata dallo straripamento di tre fiumi e un torrente.
Inoltre, 17 persone sono morte mercoledì a causa di frane causate sempre dalle piogge nelle zone di montagna di Manizales, capoluogo di Caldas.
Santos ha assicurato che il governo centrale e le amministrazioni regionali adotteranno tutte le misure necessarie a prevenire tragedie come quelle che sono provocate dalle piogge, "nonostante la furia della natura sia inevitabile". Il presidente ha annunciato una cerimonia pubblica nella città di Villeta, nel dipartimento centrale di Cundinamarca. La Colombia ha due stagioni di pioggia ogni anno, da marzo a giugno e da ottobre a dicembre...

(Adnkronos)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA