infolinks text ads

infolinks

L'Isis utilizza sempre più bambini come kamikaze e soldati...




I dati dell'intelligence confermano la deriva jihadista: solo a Mosul 32 bambini costretti a farsi saltare in aria


L'orrore non arretra di un millimetro. Lo Stato Islamico sarà probabilmente sconfitto in Iraq e Siria come "stato", ma come ideologia terrorista dovrà andare avanti per molto tempo ancora: i 'cuccioli del Califfato' sono tanti e sono stati sottoposti a un vero e proprio lavaggio del cervello. E chissà quanti di loro potranno essere recuperati.
Ma nel frattempo : "Più arretra Daesh in ambito territoriale, più aumenta il fenomeno dei bambini usati come soldato o come kamikaze. E' un dato riscontrabile con la storia recente". Così Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia, ha commentato la relazione annuale dell'Intelligence da cui emerge che un elemento chiave della strategia del Califfato è puntare sui più piccoli per indottrinarli, addestrarli e poi mandarli a combattere: sono i cosidetti 'leoncini del Califfato' o 'cuccioli del Califfato.
"Questi bambini -ha affermato Iacomini- durante l'addestramento vengono utilizzati per qualsiasi scopo dalle milizie del Daesh. Sicuramente bambini, ma anche bambine, vengono indottrinati e utilizzati come autobombe. Sicuramente addestrati, imbracciano dei fucili. Vengono impiegati, ad ogni modo, anche come cuochi, come messaggeri, come spie e poi sistematicamente subiscono abusi", sottolinea Iacomini a giudizio del quale c'è un esercito di minori coinvolti nei conflitti armati che "va liberato".
Il fenomeno inoltre va guardato - d'accordo con gli 007- come minaccia di lungo periodo. "Un bambino indottrinato è un rischio enorme per chiunque perché sarà un adulto in grado di compiere delle gesta negative. Questi bambini arruolati dall'Isis, spesso sotto effetto di droghe e sotto pressione, sono fatti esplodere nei contesi più disparati. Guardiamo - osserva Iacomini - quello che sta accadendo a Mosul, specie nella parte ovest dove le forze irachene stanno avanzando: rispetto a novembre, quando erano stati calcolati 32 bambini kamikaze, c'è stato un aumento esponenziale di minori utilizzati per questi scopi. Un fatto assai preoccupante". 
Secondo l'Unicef a livello globale sono oltre 250.000 i bambini soldato, "un numero assolutamente relativo", la punta dell'iceberg di "un fenomeno molto, molto più ampio"...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari