Accusata ingiustamente di aver rubato auto: legata ad un albero e mangiata dalle formiche...




E' la terribile fine fatta da una 52 enne in Bolivia. La donna era corsa in aiuto dei due figlie accusati da alcuni vigilantes di essere ladri di auto. E' stata lei ad avere la peggio, nonostante l'intervento della polizia per liberarli.



Una donna in Bolivia è morta dopo essere stata scambiata per un ladro di automobili e legata ad un albero infestato da formiche velenose. La 52enne è stata salvata dalla polizia quando era ancora vita, ma è deceduta in ospedale per i problemi causati da una grave gonfiore alla gola, dopo che la trachea era stato morso ripetutamente dagli insetti. Secondo le ricostruzioni, la vittima era corsa in aiuto dei due figli (un uomo e una donna) che erano stati picchiati e legati ad un albero da alcuni vigilantes arrabbiati che li accusavano di aver cercato di rubare un auto a Caranavi, a circa 100 km a nord est della capitale La Paz.

Una stazione radio locale ha pubblicato una foto di due delle tre persone bendate e legate all'albero, mentre gli abitanti dei villaggi vicini, tra cui una donna con un bambino in braccio e uno scolaretto in ginocchio a terra, assistono al drammatico spettacolo. “Siamo riusciti a salvare tutte e tre le persone, ma una donna di 52 anni è stata ferita gravemente ed è stata ricoverata in ospedale. È morta alle 3,30 del pomeriggio del 31 dicembre” ha detto il capo della polizia locale Gunter Agudo. Le indagini della polizia al momento hanno portato all’arresto di una persona con l’accusa di aver incitato la folla a picchiare le vittime. “E' probabile che le formiche abbiano morso la trachea della vittima, ciò ha causato una infiammazione e la donna non è stata più in grado di respirare” ha detto Roxana Bustillos, avvocato della famiglia presa di mira dai vigilantes.

(fanpage.it)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA