Iran: cantante rap condannato a 10 anni di prigione e 74 frustate...




L'accusa era quella di 'incoraggiare i giovani alla corruzione e alla perversione'



C'è chi tifa per gli sciiti e chi per i sunniti. Chi ha un occhio buono per l'Arabia Saudita, perché è alleato militare degli Stati Uniti, chi un occhio buono per l'Iran che è anti-americana e più vicina alla Russia.
Ma qual è la verità? E che in paesi teocratici i concetti di libertà e diritti civili non hanno molta cittadinanza: un cantante che si esibiva nella metropolitana di Teheran con musiche pop e rap, Amir Tatallu, è stato condannato a 10 anni di reclusione e 74 frustate con l'accusa di "incoraggiare i giovani alla corruzione e alla perversione" e per aver "insultato il giudice". 
Lo ha riferito il procuratore di Teheran, Abbas Jafari Dolatabadi. 
"Preso atto che uno dei querelanti ha ritirato la denuncia - ha aggiunto Dolatabadi - la metà del periodo di reclusione è stato sospeso". 
Tatallu era stato arrestato nel settembre scorso e momentaneamente scarcerato alla fine di ottobre, dopo essersi scusato con il tribunale. Ora dovrà tornare in carcere per scontare la pena e prendersi le frustate...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA