infolinks text ads

infolinks

Zaia posta una foto con un calciatore nero. Commenti razzisti e insulti: “Così perdi punti”...




Il governatore mette due volte l’immagine su Fb: dimostriamo che il Veneto non è razzista

Questa la prima foto pubblicata da Luca Zaia sul suo profilo Facebook con la scritta: «Con Isaac Donkor, giocatore dell’Inter in prestito al Cesena»



DAV. LES.

Due giorni fa ha postato su Facebook una foto che lo ritraeva con Isaac Donkor, giocatore 21enne dell’Inter in prestito al Cesena. E la sua bacheca è stata invasa di commenti razzisti e offese. Protagonista dell’episodio Luca Zaia, governatore del Veneto. Che oggi ha deciso di proporre di nuovo la stessa foto corredata da queste righe: «Vogliamo cogliere tutti una buona occasione per dimostrare che il Veneto non è razzista? Ripubblico la mia foto con Isaac per sottolineare che quando una persona si comporta bene, è onesta, rispetta le regole e i nostri valori, lavora, nessun distinguo è ammesso in base al colore della pelle».  

Tra razzismo e offese  
Oggi i «leoni da tastiera» (così li ha definiti lo stesso Zaia, ndr) sembrano più mansueti. Ma la prima foto ha scatenato un putiferio. «Arriverà il giorno che pur di governare andrete ad elemosinare anche i loro voti», scrive Giovanni, mentre per Marco la Lega dà «con troppa facilità la possibilità di vivere in Italia. Viva il metodo australiano». Qualcuno non usa mezzi termini e si lancia in commenti razzisti: «Ma sto qua è appena arrivato con il barcone dall’Africa, altro che Inter». O ancora: «Sembra sbarcato da un gommone», per finire con «un profugo, Zaia perdi punti». 



La reazione di Zaia  
Zaia incassa anche molti commenti positivi tra i simpatizzanti del Carroccio. «Grande Luca, un leghista non ti attaccherebbe mai per questa foto, ma Facebook dà la possibilità a tutti di scrivere e anche farsi passare per uno del nostro movimento. Continua così», scrive Luca. Il governatore veneto, nel ribadire che «lo rifarebbe mille volte», sostiene che a scatenare i post più velenosi, più che l’immagine in sé, sia stata l’assenza delle strisce nerazzurresulla t-shirt indossata da Donkor. «Forse le critiche - ipotizza - dipendono dal fatto che nella foto con me non aveva la maglia dell’Inter? Se l’avesse avuta non avrebbero aperto bocca».  

Il calciatore: “Non vale la pena rispondere”  
L’unico a prendere tutta la vicenda con molta filosofia è proprio Isaac Donkor, che vive da 14 anni con la sua famiglia nel Trevigianodopo aver lasciato il Ghana. Valore sul mercato del calciatore: 700 mila euro. «Ormai ci sono abituato e non ci faccio più caso - taglia corto -. Se non rispondo è perché non vale la pena sprecare energie per certa gente. Non rovineranno il mio ritorno a casa per le vacanze, perché è da qui che vengo». In compenso da oggi Zaia ha un nuovo simpatizzante politico. Alla domanda se lo voterebbe dopo quanto accaduto, il calciatore risponde senza esitare: «Subito, per com’è come persona. Ho parlato con lui e mi è piaciuto molto. Nei miei confronti, poi, è stato eccezionale»...
(La Stampa politica)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari