Perché sempre più damigelle vengono violentate in Cina nel giorno del matrimonio...




Secondo un'antica tradizione i testimoni dello sposo devono disturbare le nozze con alcuni scherzi. Negli ultimi anni questa consuetudine è diventata una scusa per molestare le ragazze




Stupire la sposa e lo sposo con delle sorprese il giorno del loro matrimonio: è il naouhn (“disturbare un matrimonio”), un’antica usanza che fa parte della tradizione cinese.
Negli ultimi anni, però, nel paese asiatico si sta diffondendo una moda pericolosa. I testimoni dello sposo aggrediscono sessualmente le damigelle nunziali durante il loro tragitto verso il luogo della cerimonia, giustificando i loro comportamenti proprio con il naouhn. 

Stupire la sposa e lo sposo con delle sorprese il giorno del loro matrimonio: è il naouhn (“disturbare un matrimonio”), un’antica usanza che fa parte della tradizione cinese.
Negli ultimi anni, però, nel paese asiatico si sta diffondendo una moda pericolosa. I testimoni dello sposo aggrediscono sessualmente le damigelle nuziali durante il loro tragitto verso il luogo della cerimonia, giustificando i loro comportamenti proprio con il naouhn. 

                              

Il video è stato caricato sui social media l’8 giugno. Due giorni dopo la polizia di Xi’an ha identificato i colpevoli: un 19enne e un 21enne che sono stati trattenuti in custodia. Tuttavia la vittima non ha voluto denunciarli.
Molto spesso le damigelle non si recano alla polizia per accusare le aggressioni perché non vogliono rovinare il giorno del matrimonio ai loro cari. È anche probabile che gli ospiti delle nozze giustifichino in qualche modo queste violenze considerandole delle consuetudini della tradizione cinese.
Quelli che inizialmente erano scherzi innocui, ora sembrano aver preso una direzione diversa.
Un altro caso si è verificato a Guangzhou ed è finito con la morte di una delle damigelle. Secondo i media locali, dopo che i testimoni di nozze aveva consegnato il regalo alla coppia di sposi la famiglia li ha accolti in casa. Gli uomini si sono precipitati a inseguire le damigelle al piano di sopra dell’abitazione.
Le donne hanno cominciato a correre per nascondersi e una delle due è precipitata da un balcone mentre cercava un rifugio dal possibile aggressore. Anche se il caso è ancora al vaglio degli investigatori, l’opinione pubblica cinese ha subito collegato la morte della donna con il naohun, con diversi commenti espressi sui social media...

(The Post Internazionale)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA