infolinks text ads

infolinks

Taglia la testa al molestatore della fidanzata: il mio pegno d'amore...




Il giovane ha vendicato la ragazza, molestata a una festa, accoltellando il colpevole, tagliandogli la testa e portandola alla compagna in uno zaino



Furia omicida con tanto di pegno d’amore. Un ragazzo russo di 16 anni ha ucciso a coltellate il molestatore della fidanzata, tagliandogli la testa e portandola in uno zaino come "pegno d'amore" alla sua compagna. Il giovane è letteralmente impazzito  dopo che la sua fidanzata, una giovane di 17 anni, gli aveva raccontato di essere stata molestata ad un party.

Tutto è avvenuto durante una festa a Komsomolsk-on-Amur, nella Russia orientale, sarebbe stata palpata al seno e ai genitali da due uomini, mentre un terzo la teneva bloccata. Secondo il The Siberian Times, l'assassino ha seguito il molestatore di 19 anni fino a casa e tra i due sarebbe scoppiata una rissa.

"La mia ragazza si sentiva umiliata, volevo solo che le chiedesse scusa - ha raccontato il giovane alla stampa - Non volevo ucciderlo e sono profondamente dispiaciuto per quanto è successo". La testa del giovane molestatore diciannovenne  è stata buttata in un fiume e soltanto dopo 14 giorni di indagini, la polizia è riuscita a risalire all'assassino, che sotto torchio ha confessato il brutale omicidio. Dopo l'arresto, in quanto minore di 18 anni, il giovane rischia un massimo di dieci anni di reclusione...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari