Il paese di 550 abitanti che vota contro l’accoglienza di 6 migranti...






La consultazione popolare voluta dal sindaco a Treviso Bresciano

È sicuramente una singolare consultazione popolare quella lanciata dal sindaco a Treviso Bresciano, comune di 550 abitanti della Valle Sabbia in provincia di Brescia: un voto dopo un’assemblea pubblica per decidere se ospitare o meno i richiedenti asilo nel proprio paese. Alla consultazione hanno partecipato 114 persone, un quinto della popolazione. E 68 hanno votato contro l’accoglienza dei profughi, 46 a favore.Racconta Federico Gervasoni sul quotidiano La Stampa:
A Treviso Bresciano, comune di 550 anime in Valle Sabbia (Brescia), gli abitanti sono stati chiamati a esprimersi in forma anonima al quesito: «Volete che sul nostro territorio arrivino dei profughi?». Alla domanda hanno risposto in totale 114 residenti (un quinto della popolazione) e la maggioranza ha detto no: 68 contro 46.
L’assemblea pubblica è avvenuta venerdì sera nella piccola sala comunale del paese e organizzata dal primo cittadino Mauro Piccinelli, eletto nel 2014 con una lista civica. Durante l’incontro, caratterizzato da un animato dibattito, sono stati messi in evidenza i contenuti e le modalità dello Sprar (Sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati), proposto la scorsa settimana dalla Prefettura di Brescia a livello comunitario e al quale anche Treviso Bresciano al pari degli altri comuni valsabbini è stato invitato ad aderire. Alla vigilia della consultazione il sindaco bresciano aveva puntualizzato: «Usiamo uno strumento messo a disposizione dallo statuto per questioni che toccano da vicino la comunità ed è giusto che siano i cittadini a pronunciarsi»...

(Giornalettismo) 

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA