infolinks text ads

infolinks

Accoltella e investe un rifugiato: è tentato omicidio per motivi razziali...




Il ragazzo nigeriano è ricoverato con fratture multiple.



La xenofobia dilaga in tutto il Paese. L’ultimo gravissimo caso è successo a Rimini, in una traversa di via Trieste, davanti a un supermercato, dove un uomo si è scagliato violentemente contro un giovane immigrato, prima prendendolo a pugni, poi accoltellandolo e, infine, tentando di investirlo con l’auto.

È successo di sera, intorno alle 19 e il ragazzo, un nigeriano di 25 anni richiedente asilo, è stato portato in ospedale: ha fratture multiple, la milza spappolata e varie emorragie interne e si trova in terapia intensiva all'Infermi: lotta fra la vita e la morte. 

La polizia poco dopo il fatto è riuscita a rintracciare l'aggressore, grazie ai numeri della targa appuntati da alcuni testimoni: si tratta di un 39enne di Rimini con diversi precedenti, che prima di scagliarsi contro il 25enne lo avrebbe apostrofato con frasi come "Negro di m..., torna a casa tua". Frasi alle quali la vittima non avrebbe reagito, secondo quanto riportato dalla cronaca locale.

Portato in Questura, adesso deve rispondere di tentato omicidio aggravato dai futili motivi e da motivi razziali. In macchina gli agenti hanno rinvenuto il coltello ancora sporco di sangue usato per ferire il ragazzo.

l giovane nigeriano è arrivato in Italia, sbarcando in Sicilia, lo scorso settembre. È stato smistato attraverso il progetto Hub di Bologna e assegnato a Rimini. E' di religione cristiana e ha presentato istanza per l'asilo politico. Spesso lo si poteva incontrare davanti a quel supermercato, dove aiutava a svuotare i carrelli in cambio di qualche moneta, a quanto risulta senza dare fastidio.

Dopo l'accaduto il questore di Rimini, Maurizio Improta, sta valutando il rilascio di un permesso di soggiorno per motivi umanitari. II provvedimento potrebbe accelerare le pratiche sull'asilo politico, sperando in un miglioramento delle condizioni di salute del ragazzo...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari