Minacce ai giudici che hanno condannato il soldato: arresti in Israele...




Si tratta di due blogger accusati di aver pubblicato su Facebook intimidazioni nei confronti delle autorità del tribunale militare.


                                                   Manifestanti protestano contro la condanna di Elor Azaria


Subito dopo la condanna per omicidio colposo, stabilità lo scorso 4 gennaio da un tribunale militare in seguito al processo iniziato a marzo, Tel Aviv si è divisa in due, tra proteste e polemiche, attorno alla figura di Elor Azaria, soldato israeliano che era stato filmato il 24 marzo 2016 mentre sparava alla testa di Abdel Fattah al Sharif, a Hebron, in Cisgiordania, attivista filo-palestinese ferito e a terra. Dopo le rivolte e la richiesta di grazia da parte del primo ministro Benjamin Netanyahu sono arrivati anche i primi arresti.

Si tratta di due blogger israeliani fermato la scorsa notte dalla polizia, a Gerusalemme e a Kiryat Gat , dopo che aver pubblicato su Facebook minacce nei confronti dei giudici che hanno condannato Azaria a venti anni di carcere. Una portavoce della polizia ha precisato che non si intende limitare la libertà di espressione sul web, ma che i testi in questione contenevano minacce esplicite e facevano temere per la incolumità delle persone attaccate...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA