LA BAMBINA SIRIANA CHE TWITTAVA DA ALEPPO EST HA SCRITTO UNA LETTERA A TRUMP...




Bana Alabed e la sua famiglia erano stati evacuati dai quartieri assediati della città siriana nel mese di dicembre 2016. Attualmente vivono in Turchia





Bana Alabed, la bambina siriana di 7 anni nota sul web per i suoi tweet dai quartieri assediati di Aleppo est, dove raccontava il conflitto nel paese, ora scrive una lettera aperta al presidente degli Stati Uniti Donald Trump.
Bana si è rivolta esplicitamente al nuovo inquilino della Casa Bianca affinché s'impegni ad aiutare i bambini e il popolo siriano. 
Attualmente la bambina e la sua famiglia vivono al sicuro in Turchia, giunti in seguito all'evacuazione del dicembre 2016 dalle aree riconquistate dalle forze governative, fedeli al presidente siriano Assad. 
“È necessario fare qualcosa per i bambini della Siria, perché sono come i vostri figli e come loro meritano la pace", ha scritto Bana. La madre della giovane siriana, Fatemah, ha inviato una copia del messaggio alla Bbc.
La donna ha precisato che sua figlia aveva iniziato a scrivere la lettera giorni prima della cerimonia d'insediamento del 45esimo presidente degli Stati Uniti, spinta dalle frequenti apparizioni di Trump in televisione. 
Qui sotto il testo della lettera:
Caro Donald Trump,
mi chiamo Bana Alabed e sono una ragazzina siriana di sette anni proveniente da Aleppo.
Ho vissuto in Siria tutta la mia vita, prima di lasciarla nel dicembre dello scorso anno a causa di un assedio prolungato.
Anche io appartengo ai bambini siriani che hanno sofferto gli effetti della guerra siriana. 
In questo momento sto vivendo in un clima di pace, nella mia nuova casa in Turchia.
Ad Aleppo andavo a scuola, ma quest'ultima è stata distrutta dai bombardamenti. Alcuni miei amici sono morti.
Sono molto triste per questo, con loro trascorrevo il mio tempo a giocare insieme.
Non ho potuto più giocare ad Aleppo, diventata una città di morte. 
Ora in Turchia posso uscire e provare piacere nel farlo. Posso andare a scuola liberamente, anche se non è ancora iniziata.
Ecco perché la pace è importante per tutti, compresi voi.
Tuttavia, milioni di bambini siriani non sono come me. Loro soffrono in diverse parti della Siria. 
Soffrono a causa degli adulti. 
So che lei sarà il presidente degli Stati Uniti, quindi voglio dirle di salvare i bambini e le persone della Siria. 
È necessario fare qualcosa per i bambini siriani, perché sono come i vostri figli e anche loro meritano la pace come tutti voi. 
Se mi prometti che farai qualcosa per i bambini della Siria, allora sarò la tua nuova amica. 
Non vedo l'ora di vedere cosa farai per i bambini siriani. 
Per quanto concerne la posizione di Trump sulla crisi siriana non è ancora del tutto chiara. Il presidente ha più volte sottolineato il suo desiderio di creare un legame con la Russia che sostiene il governo di Damasco. 
Nel frattempo Iran, Russia e Turchia hanno deciso di stabilire un meccanismo trilaterale per osservare e assicurare il rispetto di un cessate il fuoco in Siria e prevenirne ogni violazione. Lo hanno reso noto le tre potenze in una dichiarazione congiunta nel secondo giorno dei colloqui di pace ad Astana, in Kazakistan.
I tre paesi hanno inoltre espresso la volontà di implementare la risoluzione 2254 del Consiglio di sicurezza per la pace in Siria, e di includere nel prossimo round di negoziazioni anche i ribelli siriani. Il secondo incontro si terrà a Ginevra il prossimo 8 febbraio...
(The Post Internazionale)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari