Strage ad Al Qaim: sotto le bombe uccisi 55 civili tra cui 19 bambini...



La città è sotto il controllo dello Stato Islamico: un raid aereo criminale della coalizione

                                                                           Bambini uccisi ad al-Qaim



 Una strage criminale che nemmeno la lotta allo Stato Islamico può giustificare, visto che a morire sono stato soprattutto gli innocenti: decine di civili, tra cui numerosi bambini, sono stati uccisi in un raid aereo avvenuto su un bastione dell'autoproclamato Stato islamico (Isis) in Iraq, secondo quanto denunciato da varie fonti irachene e quando possibile vedere nel video.
Il vice presidente del parlamento, Salim al Juburi, ha affermato che il bombardamento ha colpito «un mercato affollato di civili, uccidendone e ferendone decine». Alcune fonti hanno accusato l'aviazione irachena di aver compiuto il raid, altre la Coalizione internazionale guidata dagli Usa.
Al Juburi ha chiesto al governo di aprire un'inchiesta sull'attacco, avvenuto nel pomeriggio di ieri ad Al Qaim, nella provincia occidentale di Al Anbar al confine con l'Iraq.
Fonti ospedaliere citate dal sito Middle East Eye parlano di almeno 55 civili uccisi, tra i quali 19 bambini o adolescenti.
L'episodio è avvenuto mentre continua l'offensiva delle forze lealiste per strappare all'Isis la città di Mosul, capoluogo della provincia di Ninive. I vertici militari hanno detto ieri che l'esercito ha compiuto una nuova avanzata nei quartieri della periferia orientale, ma ancora diverso tempo sarà necessario per attraversare il fiume Tigri e arrivare nel centro della città, sulla sponda occidentale...

(Globalist)


Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari