L'ultimo viaggio di Fidel: le sue ceneri riposeranno a Santiago, culla della rivoluzione...




L'ultimo saluto al lider maximo: anche l'Avana dice oggi addio al Comandante en Jefe a Plaza de la Revolucion.



Le ceneri di Fidel Castro stanno per arrivare a Santiago de Cuba, quella che è considerata dagli abitanti dell’isola come “la culla della rivoluzione”. È qui infatti che tutto è iniziato ed è qui che il lider maximo sarà seppellito oggi, 4 dicembre 2016, nel cimitero di Santa Ifigenia - alle sette ora locale, l'una del pomeriggio in Italia.

A Santiago de Cuba infatti Fidel Castro ha mosso i primi passi della rivoluzione, che lo ha portato il primo gennaio 1959 a entrare trionfante a L'Avana. E Santiago e i suoi abitanti non hanno mai nascosto il loro orgoglio per questo ruolo che hanno avuto nella storia di Cuba.

L'area vicino al cimitero è stata blindata: la polizia sta allontanando tutti e non è consentito a nessuno di avvicinarsi e in alcun modo di scattare fotografie. Intanto a L’Avana a Plaza de la Revolucion sono in corso i preparativi per l'ultimo omaggio a Fidel Castro, l’ultimo bagno di folla per il Comandante en Jefe: l'evento si terrà alle 19.00 locali con la partecipazione anche di Raul Castro, che dovrebbe tenere un ultimo discorso per ricordare Fidel.

La 'Caravana de la Libertad' e la 'Caravana de la Victoria' come è stato battezzato il corteo funebre che sta accompagnando Fidel Castro nel suo ultimo tragitto, arriverà proprio a Santiago de Cuba dopo un viaggio che ha attraversato tutta l’Isola. Arrivate in una Santiago blindatissima – fonti di stampa raccontano che la polizia presidia ogni angolo -, le ceneri del lider maximo percorreranno 17 chilometri nella “culla della rivoluzione”, toccando tutti i punti più importanti della città.

Raul Castro: difenderemo la patria e il socialismo. "Di fronte alle ceneri di Fidel, giuriamo di difendere la patria e il socialismo". Lo ha detto Raúl Castro nell'ultimo atto pubblico a conclusione delle giornate di lutto nazionale, arrivando ieri sera a Santiago, la seconda città di Cuba, nell'Oriente dell'isola, davanti a circa cinquantamila persone che hanno riesumato la storica frase: "Sì, se puede".

Niente strade o edifici intitolati a Fidel Castro. Nel breve discorso di omaggio al fratello, Raul Castro ha rivelato l’intenzione del lider maximo di non avere strade o monumenti pubblici a lui intitolati...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari