COSA È SUCCESSO IL 12 DICEMBRE NEL MONDO...






Italia: : il nuovo presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha scelto la squadra di 13 ministri del suo governo. Maria Elena Boschi è stata nominata sottosegretario alla Presidenza, mentre Angelino Alfano passa agli Esteri e Pier Carlo Padoan resta all’Economia. Agli interni arriva Marco Minniti. Leggi qui chi sono gli altri. Ecco un profilo del premier Gentiloni.
Turchia: la polizia turca, lunedì 12 dicembre 2016, ha arrestato 235 persone in tutta la Turchia nel corso di diversi raid, alcuni dei quali diretti contro funzionari del Partito democratico del popolo (Hdp), accusate di avere legami con i miliziani del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). L’operazione è iniziata dopo che un ramo oltranzista del Pkk, i Falchi per la libertà del Kurdistan (Tak), hanno compiuto un duplice attacco terroristico all’esterno dello stadio della squadra di calcio del Besiktas, a Istanbul, causando 44 vittime.
Stati Uniti: dopo aver accettato una telefonata dalla presidente di Taiwan che Pechino non ha gradito, il presidente eletto degli Stati Uniti ha dichiarato che Washington potrebbe non sostenere più la politica dell'unica Cina.
Romania: domenica 11 dicembre si sono tenute le elezioni parlamentari in Romania. I socialdemocratici hanno ottenuto il 45 per cento dei voti, i conservatori del partito Nazionale liberale il 20 per cento. L'aumento dei salari e delle pensioni e il taglio delle tasse sono alcune delle promesse elettorali dello schieramento vincente. Molti romeni chiedono che la campagna contro la corruzione sia una priorità del prossimo governo.
Macedonia: il partito conservatore ha un leggero vantaggio sulla coalizione di centrosinistra alle elezioni legislative che si sono svolte domenica 11 dicembre 2016 in Macedonia. Il Partito democratico per l’unità macedone, formazione di destra del primo ministro Nikola Gruevski, ha ottenuto il 37,94 per cento dei voti. Il suo principale avversario, l’Unione socialdemocratica di Macedonia, guidato dal leader dell’opposizione di centro sinistra Zoran Zaev, ha raccolto il 36,63 delle preferenze. 
Kirghizistan: il Kirghizistan ha votato a favore della riforma costituzionale, che accresce i poteri dell’esecutivo. La Commissione elettorale centrale ha diffuso i primi risultati. Circa l’80 per cento degli elettori ha approvato le modifiche proposte in parlamento dagli alleati del presidente Almazbek Atambayev, che aumentano le facoltà del primo ministro e del governo guidato dal suo partito. L’affluenza è stata del 42 per cento.
Siria: l'Isis, espulso dall'antica città di epoca romana a marzo, è riuscito in pochi giorni a riottenerne il controllo nonostante la copertura aerea dei russi a sostegno dell'esercito siriano. L'area di Palmira, nella Siria centrale, è ricca di giacimenti di petrolio e gas.
Venezuela: il Venezuela, sprofondato in una gravissima crisi economica e detentore di un’inflazione da record, ritirerà dalla circolazione i 100 bolivar, la sua banconota di taglio più alto, che vale ormai circa due centesimi di euro. Lo ha annunciato il presidente Nicolas Maduro, precisando che le banconote da 100 bolivar saranno ritirate mercoledì 14 dicembre 2016 e sostituite con una moneta. I cittadini avranno dieci giorni per cambiarle presso la banca centrale.
Nuova Zelanda: il nuovo primo ministro della Nuova Zelanda Bill English, ex ministro delle Finanze, succeduto al premier dimissionario John Key, ha prestato giuramento nella sede del governo, nella capitale Wellington...
(The Post Internazionale)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari