Il caso di Barry Bennel, lo scout del City pedofilo seriale...




La storia di uno dei preparatori atletici più famosi del calcio inglese che ha abusato per decenni dei ragazzini che allenava

                                         Barry Bennel con i ragazzi che allenava e di cui abusava regolarmente



Circondato da alcuni dei ragazzi che allenava: è il pedofilo seriale Barry Bennell durante la sua avventura come ricercatore di talenti al Manchester City. Proprio durante la sua avventura nel club inglese, Bennel si era guadagnato la fama di essere tra i migliori scopritori di talenti del calcio e uno dei preparatori dell’Inghilterra.

Bennell ha lavorato per molti anni in diversi club per molte squadre giovanili: alcuni dei talenti da lui scoperti ora sono delle stelle del calcio internazionale. Attualmente Bennell è in carcere perché è stato condannato in tre diversi processi per abusi su almeno una ventina di minorenni: la pena che sta scontando è quella di due anni per aver abusato di un ragazzo di dodici anni. Nessuno dei casi però per cui è stato condannato riguarda i ragazzi che allenò al Crewe Alexandra fra gli anni Ottanta e Novanta (come si vede nella foto).

Andy Woodward e Steven Walters, sono due ex baby giocatori del Crewe Alexandra, che hanno deciso di uscire dall’anonimato e di raccontare la storia degli abusi subiti. Racconta Woodward al Guardian che lui e i suoi compagni erano completamente soggiogati da Bennell che regolarmente aveva rapporti sessuali con loro.

Negli Stati Uniti, dove il pedofilo ha subito una delle tre condanne, è stato definito come un uomo “dall’appetito insaziabile" nei confronti dei ragazzi minorenni...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA