Hanno rifatto la pericolosa scala per andare a scuola in Cina...




La scala di bambù che alcuni bambini dovevano usare per superare una parete rocciosa alta 800 metri è stata sostituita da una in acciaio: le foto


                                                             Atuler, 19 novembre 2016 (Imagechina via AP Images)


Pochi mesi fa avevamo raccontato la storia di un gruppo di bambini di Atuler, una località della provincia cinese del Sichuan, che ogni due settimane dovevano scendere e salire per una scala a pioli alta 800 metri per poter raggiungere il collegio dove vanno a scuola e tornare a casa: era una scala di legno di bambù senza sistemi di sicurezza e i bambini non erano legati quando salivano. Il tragitto richiedeva circa 90 minuti. Dopo che su un quotidiano di Pechino e poi sui social network cinesi erano state pubblicate le immagini dei bambini che salivano la scala, le autorità locali avevano promesso di impegnarsi per rendere più sicuro il percorso da seguire per raggiungere la scuola: a inizio novembre la vecchia scala è stata sostituita con una nuova di acciaio dotata di corrimano.
Un funzionario del Partito Comunista locale aveva detto che anche questa sarebbe stata una soluzione temporanea in attesa di trovarne una permanente, ma non si sa se ci sono nuovi progetti. La nuova scala ha ridotto di un’ora il tragitto ed è costata un milione di yuan (circa 140mila euro). A causa dei problemi di sicurezza però, la scuola ha deciso che i bambini potranno tornare a casa solo durante le vacanze estive o invernali e in quelle per il nuovo anno lunare.









Il Sichuan è una provincia meridionale della Cina (è uno degli habitat naturali del panda, tra le altre cose) e la contea di Zhaojue si trova a sud, nella prefettura di Liangshan. Ad Atuler, che si trova in cima alla parete rocciosa che i bambini devono scendere, vivono 72 persone che fanno parte della minoranza Yi, distribuita anche nelle province Yunnan, Guizhou e Guangxi. Le famiglie di Atuler si sostentano principalmente coltivando patate, noci e peperoncini; gli abitanti vivono con meno di un euro al giorno. I bambini che frequentano la scuola sono 15, con età comprese tra i 6 e i 15 anni.
Dato che ad Atuler non c’è abbastanza spazio per costruire una scuola, i bambini devono spostarsi scendendo a valle: è stato deciso di farli restare a dormire in collegio perché dovessero salire e scendere la scala pericolosa meno volte. Uno degli abitanti del villaggio, Api Jiti, ha detto a Bejing News che “7 o 8 persone” sono morte cadendo dalla scala. Una volta c’era un ascensore ma ora non è più utilizzabile a causa dei costi di mantenimento troppo alti...
(Il Post)


Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA