Filippine vogliono abbassare età punibilità a 9 anni...






(askanews) - Le Filippine, guidate dal controverso presidente Rodrigo Duterte, vogliono abbassare la soglia minima di punibilità per i minori a nove anni, oltre a reintrodurre la pena di morte. L'allarme è stato lanciato fall'Unicef e da altre associazioni per i diritti dei minori.
Il partito di Duterte vorrebbe approvare una proposta di legge in merito entro il mese di dicembre. Prevede la reintroduzione della pena capitale e l'abbassamento dell'età della responsabilità penale da 15 a 9 anni.
"Criminali adulti utilizzano deliberatamente giovani di meno di 15 anni per commettere crimini come il traffico di droga", ha dichiarato Pantaleon Alvarez, uno dei firmatari della proposta di legge. Duterte aveva proposto di abbassare la responsabilità penale a 12 anni, ma i suoi alleati hanno voluto essere più realisti del re.
L'Unicef, oggi, ha ricordato a Manila i suoi impegni internazionali. Le Filippine sono firmatarie della Convenzione Onu sui diritti dei bambini, la quale stabilisce che l'età minima per la punibilità non può andare al di sotto dei 12 anni.
(Fonte Afp)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA