Trump: "Se vinco accetto il risultato". Un'altra donna lo accusa: "Mi toccò sul seno"...






"Se vinco", il risultato lo accetto. Dopo aver detto di voler mantenere la 'suspense', rispondendo durante il dibattito della scorsa notte alla domanda se accetterà l'esito del voto dell'8 novembre, Donald Trump dice: "Accetterò un risultato chiaro del voto, ma mi riservo anche il diritto di presentare un'azione legale".
Durante un evento elettorale in Ohio, uno dei pochi Stati chiave dove resta ancora un po' in vantaggio, il candidato repubblicano ha scandito: "Vorrei promettere e impegnarmi con tutti i miei elettori e sostenitori e con tutto il popolo degli Stati Uniti che io accetterò totalmente i risultati di questa storica e grande elezione presidenziale". Poi, dopo un momento di pausa, ha chiarito: "Se vinco io".
Quindi, ricordando quanto successe nel 2000, con il contestato riconteggio dei voti in Florida che diede la vittoria a George W. Bush sul democratico Al Gore, Trump ha insistito sull'intenzione di "riservarsi il diritto a un'azione legale nel caso di un risultato dubbio".
Intanto, un'altra donna ha accusato pubblicamente oggi di essere stata molestata da Trump. Si tratta di una 45enne insegnante di yoga sposata con due figli, che nel corso di una conferenza stampa ha rivelato di essere stata toccata sul seno dal magnate americano durante gli Us Open di tennis, a New York, nel 1998.
Secondo quanto raccontato, Trump parlando con altri uomini le avrebbe rivolto degli apprezzamenti che sembravano più "adatti a un oggetto che a una persona". Quindi il miliardario le si sarebbe avvicinato prendendole il braccio e toccandola sul seno. E viste le sue resistenze le avrebbe detto: "Non sai chi sono io?".
Da quel giorno "sono sempre stata poco incline a indossare abiti corti o tacchi alti per non attirare l'attenzione", ha aggiunto la donna che, secondo il suo legale, non ha alcuna intenzione di sporgere denuncia verso Trump....
(Adnkronos)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA