Marc Dutroux, il pedofilo assassino di Marcinelle vuole uscire dal carcere...




L'uomo rapì e violentò sei ragazze e quattro ne uccise: l'avvocato vuol far migliorare le condizioni di carcerazione e farlo uscire nel 2021



Non c'è pena del contrappasso - che in Dante è la rigorosa corrispondenza tra la pena e la colpa - per il serial killer pedofilo belga, Marc Dutroux, meglio noto come il mostro di Marcinelle. Anzi, non dovrebbe esserci secondo il suo legale, Bruno Dayez, che punta a migliorare le condizioni di detenzione del suo cliente, e a farlo uscire di prigione nel 2021, quando avrà scontato 25 anni di carcere. La notizia è riportata da vari media belgi. Può essere utile ricordare gli orrori di cui Dutroux si è macchiato con pervicace tenacia: nelle settimane successive al suo arresto, nell'agosto del 1996, furono ritrovati i corpi di due bimbe di otto anni, Julie e Melissa, in un sotterraneo di una casa, morte di stenti. Poi fu la volta del ritrovamento di An Marchal, 17 anni, e Efeje Lambrecks, 19 anni, sepolte in un giardino di una delle varie proprietà di Dutroux, che durante il processo ha confessato di avere rapito e abusato di sei ragazzine e di averne uccise quattro. Due ragazzine - Laetitia Delhez e Sabine Dardenne - furono invece ritrovate vive nella cantina di una casa, sempre a Marcinelle.

«Ho già avviato dei contatti per garantire la scarcerazione. L'ipotesi della comunità religiosa è la più seria - afferma l'avvocato del mostro di Marcinelle - in tutti i casi occorre mettere Dutroux al riparo da rappresaglie. Bisogna prevedere una sorta di isolamento, ma fuori dalla prigione. Anche i domiciliari col braccialetto elettronico sono una possibilità». Niente contrappasso per Marc Dutroux, se passa la linea del suo avvocato. Neppure l'ultima rivelazione sull'ergastolano, condannato nel 2004 per rapimento, omicidio, molestie e sequestro di minori, sembra riesca a mettere un freno alla presentazione dell'istanza del legale: secondo l'ex avvocato, che aveva raccolto alcune confidenze dal serial killer, Dutroux avrebbe voluto fare rapimenti di massa di bambini e creare in una miniera una specie di città sotterranea dove avrebbero regnato armonia, bene e sicurezza"...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari