Venite nella moschea a parlare di pace: Farat, volto dell'altra Manchester...




La donna è andata al memoriale delle vittime della strage con datteri e biscotti, Perché il suo Islam è pace e non odio



L'altra Manchester racconta di Farat, che frequenta la moschea di Didsbury, la stessa della famiglia Abedi, di quel ragazzo d'origine libica che ha fatto strage al concerto dell'Arena Manchester. Nella piazza di Saint Ann, dove è nato un memoriale per le vittime della strage Farat è venuta con la figlia. Insieme offrivano datteri e biscotti, invitando tutti ad andare in moschea per conoscere l'Islam, per capire che la loro religione non predica l'odio. (Fotoracconto di Maria Gianniti, inviata Gr Rai)....

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA