Rifiuta l'assunzione a un ragazzo di colore: "Non puoi servire in sala perché sei nero"...




A denunciare il fatto la Filcams-Cgil di Ravenna che sta assistendo legalmente il ragazzo discriminato



Razzista e pure sprovveduto perché la discriminazione l'ha candidamente ammessa: "Mi dispiace Paolo ma non posso mettere ragazzi di colore a servire in sala. Qui in Romagna la gente è molto indietro con la mentalità, scusami ma non posso farti venire giù. Ciao". Con questo sms, Paolo si è visto rifiutare un'assunzione già concordata in un albergo di Cervia  perché nero.

A denunciare il fatto la Filcams-Cgil di Ravenna che sta assistendo legalmente il ragazzo discriminato, milanese, che si è visto chiudere la porta in faccia solo dopo avere inviato via mail la copia della carta di identità con la foto.

Secondo quanto riferiscono Manuela Trancossi, della segreteria provinciale della Cgil, e Paolo Bragaglia, dell'ufficio vertenze del sindacato, il fatto risale al 18 giugno quando il lavoratore, dopo avere inviato la copia del documento necessario a perfezionare il contratto di assunzione per il quale c'era già un accordo, ha ricevuto il rifiuto.

"Siamo di fronte a un evidente caso di discriminazione razziale - hanno dichiarato i responsabili della Filcams-Cgil - in cui a un danno patrimoniale per avere perso la stagione lavorativa si somma l'umiliazione e la profonda ingiustizia di cui si è vittima. Siamo certi che la Romagna saprà distinguersi dall'inaccettabile connotazione riservatale dall'albergatore"...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari