Orrore nello Yemen: uno scafista getta in mare e lascia affogare 120 adolescenti...




Il trafficante li ha costretti a gettarsi in mare avendo avvistato una motovedetta. L'Onu: vicenda scioccante e disumana



La crudeltà dei trafficanti di essere umani è simile a quella degli aguzzini nei campi di concentramento. Umanità zero; considerazione delle sofferenze altrui, zero. 
Centoventi migranti adolescenti etiopi e somali sono stati "affogati deliberatamente" da uno scafista al largo delle coste dello Yemen. Lo riferisce l'agenzia Oim che, definendo l'accaduto "scioccante e disumano", parla di 29 morti e 22 dispersi. Il trafficante li avrebbe costretti a gettarsi in mare vedendo le autorità vicino alla costa. "Erano tutti piuttosto giovani, l'età media era di circa 16 anni", sottolinea la portavoce dell'Oim.
Lo staff dell'Oim ha trovato i resti di 29 migranti africani sepolti sulla spiaggia nella provincia yemenita di Shabwa lungo il golfo di Aden, mentre altri 22 sono dispersi, secondo i sopravvissuti. Gli operatori Onu hanno anche prestato soccorso a 27 ragazzi che erano rimasti sulla spiaggia, mentre altri erano fuggiti.
La vicenda - ha denunciato l'agenzia per le migrazioni dell'Onu - è accaduta questa mattina, quando lo scafista avrebbe costretto circa 120 ragazzi a gettarsi in mare dopo aver avvistato, sulla costa, un'imbarcazione dell'autorità marittima.
Lo staff dell'Oim ha riferito inoltre di aver trovato, durante controlli di routine, i resti di 29 migranti ai quali era stata data una sepoltura approssimativa dagli altri superstiti sulla spiaggia di Shabwa, lungo il golfo di Aden. Il personale medico ha riferito di aver fornito cure urgenti ai 27 migranti superstiti rimasti sulla spiaggia, ma - secondo l'Oim - ci sarebbero 22 dispersi.
L'età media dei passeggeri si ritiene sia di 16 anni. Una vicenda ""scioccante e disumana", ha commentato Laurent de Boeck, capo missione Oim nello Yemen...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari