Non accettiamo animali e gay: coppia omosessuale respinta da una guest house...




I due erano in contatto con il proprietario di Vibo Valentia via WhatsApp: che quando ha intuito l'orientamento sessuale ha alzato un muro



Accade in Italia nel 2017 e non c'è da meravigliarsi più di tanto, purtroppo, grazie anche al clima reazionario e bigotto che si respira da più parti: la prenotazione su uno dei principali siti internet, poi lo scambio multimediale, via WhatsApp, con il proprietario di una casa vacanza di Vibo Valentia, in Calabria, che si mette d'accordo con i due futuri clienti. Messaggi classici, tra richieste d'informazioni da parte dei villeggianti e relative spiegazioni del padrone di casa. Dai locali inclusi nel mini appartamento alla possibilità di utilizzare piscina e parcheggio, passando per la formula di pagamento. Fino alle righe che fanno sbiancare una coppia di ragazzi napoletana e residente nelle Marche: "Grazie a lei per aver prenotato. È il primo anno che fittiamo e la depandanza (sic!) è nuova nuova...Finita a maggio. Importante e mi scuso se posso sembrare troglodita. Non accettiamo gay e animali. Mi perdoni ancora".
Questo il testo spedito al numero di cellulare di uno dei due aspiranti vacanzieri. Risultato: soggiorno calabrese stroncato ancora prima di iniziare. La coppia, infatti, ha disdetto la prenotazione, denunciando poi il fatto all'Arcigay Napoli.



(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari