Mosul è caduta, gli iracheni annunciano: è la fine del Califfato...




Preso il controllo della moschea al-Nuri, ultime sacche di resistenza dello Stato Islamico, ma la guerra continua su altri fronti



Le truppe irachene hanno ripreso il controllo della Grande moschea al-Nuri, nella città vecchia di Mosul. Si tratta del luogo in cui tre anni fa il leader dei jihadisti, Abu Bakr al-Baghdadi, proclamò il Califfato. Il comandante delle operazioni congiunte, il generale Abdelamir Yarala, ha annunciato in una nota che le forze antiterrorismo hanno "liberato" la moschea e la zona di Seryejana, cacciando i jihadisti dello Stato islamico.
"Il loro fittizio stato è caduto". Così il portavoce dell'esercito iracheno, generale Yahya Rasool, ha dichiarato alla tv nazionale commentando la ripresa da parte delle forze armate della Grande moschea al-Nuri a Mosul, dove tre anni fa il leader dello Stato islamico, Abu Bakr al-Baghdadi, dichiarò il 'califfato'. La città è stata la capitale de facto in Iraq del gruppo jihadista. Le autorità irachene prevedono che la battaglia per riconquistare Mosul si concluda nel giro di alcuni giorni, mentre i combattenti estremisti sono ora messi all'angolo in pochi quartieri della città vecchia. Il premier Haider al-Abadi, ha fatto sapere il suo ufficio, "ha dato istruzioni per portare la battaglia alal sua conclusione"...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA