'Mio cugino viveva lì', 2 ragazzi italiani dispersi a Londra...






Sono due giovani fidanzati veneti, Gloria Trevisan e Marco Gottardi, gli italiani che risultano ufficialmente dispersi nell'incendio del grattacielo a Londra. Gloria Trevisan, 27enne di Camposampiero, in provincia di Padova, e Marco Gottardi, 27enne di San Stino di Livenza in provincia di Venezia, abitavano, a quanto apprende l'Adnkronos, all'ultimo piano del grattacielo andato in fiamme e non sarebbero riusciti a scappare.
"Mio cugino Marco Gottardi e la sua ragazza abitavano al 23esimo piano della Grenfell Tower che è stata distrutta dall'incendio. Se qualcuno li vede, per favore mi contatti il più presto possibile. Non ho notizie da loro dalla scorsa notte, i loro cellulari sono spenti. Prego Dio che stiano bene. Per favore, aiutatemi e condividete. Grazie", è il post che Pamela Pizziolo ha pubblicato su Facebook dopo l'incendio che ha distrutto la Grenfell Tower di Londra. Il messaggio è stato condiviso da migliaia di utenti.

Gloria Trevisan ha telefonato alla famiglia proprio quando il rogo è divampato per avvisare di quanto stava accadendo. Da quel momento in poi, i familiari della ragazza non sono più riusciti a mettersi in contatto con lei: a raccontarlo alla sindaca di Camposampiero, Katia Maccarrone, è stato il nonno della ragazza.
"Ho parlato con il nonno - riferisce all'Adnkronos la sindaca che è in contatto sia con la famiglia della ragazza dispersa che con la Farnesina per avere notizie e aggiornamenti -. Sono molto preoccupati, sono disperati: l'hanno sentita proprio mentre è iniziato l'incendio, ha chiamato a casa per dire che stava divampando, poi non sono riusciti più a parlarle". "Sono ore di angoscia", sottolinea Maccarrone. Gloria Trevisan è "a Londra da un paio di mesi per cercare lavoro. E proprio domani doveva tornare a casa", continua.
AGENTE IMMOBILIARE - "C’erano degli italiani che vivevano nella torre". Lo afferma Beatrice Antonini, agente immobiliare, ai microfoni di Radio 24 riferendosi al drammatico incendio. "Nella torre abbiamo cinque appartamenti affittati e alcuni clienti sono italiani", in particolare sono "due famiglie italiane con bambini. Al momento non abbiamo saputo niente di loro". "Non sappiamo cosa sia successo e mi sto recando sul posto per avere maggiori informazioni e sapere se i miei clienti stanno bene", aggiunge. "Ho saputo che gli allarmi anti incendio non hanno funzionato. mi sembra grave e incomprensibile perché la torre è sempre stata controllata perfettamente”. Alla giornalista che le chiede maggiori dettagli sui controlli effettuati all’interno della torre, l'agente immobiliare replica: "Noi facciamo ogni tre mesi dei controlli negli appartamenti e ci aggiorniamo coi proprietari e col sindacato che gestisce la torre. Tutti i controlli erano normali e non si capisce cosa sia successo"...

(Adnkronos)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari