La storia di Ismail, il bambino senza braccia campione di nuoto...




Nato in Bosnia senza arti superiori e con una malformazione ai piedi, ha scoperto di essere un vero talento in piscina




Una storia che sembra incredibile, ma che dà la dimensione di quanto la forza di volontà aiuti a superare qualsiasi ostacolo. E nello sport alcuni miracoli possono trasformarsi in realtà. Ismail è un bambino di sei anni che è nato in Bosnia senza gli arti superiori e con delle deformazioni ai piedi. E ha iniziato a frequentare la piscina per fare della fisioterapia.

Una volta in acqua, però, è scattata la magia: «Quando si tuffa – ha detto il suo istruttore di nuoto – mette a disposizione tutte le sue risorse per raggiungere dei risultati che, a prima vista, sembrerebbero impossibili».

                              

Ismail ha vinto la medaglia d’oro di categoria in diverse discipline, dal nuoto allo sci, e ha recentemente trionfato in un’importante competizione in Croazia: «Quello che proviamo è un sentimento che non può essere descritto soltanto a parole – ha detto il papà di Ismail -. Non possiamo smettere di piangere quando vediamo il bambino in acqua».

E Ismail si diverte, insieme a tutti gli altri bambini che frequentano la piscina. Si getta i problemi alle spalle ogni volta che si immerge in acqua o quando risale in superficie per prendere una boccata d’ossigeno. Che somiglia tanto a una boccata di speranza...

(Giornalettismo)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA