Bruxelles, fallito attentato in stazione: il kamikaze aveva una cintura esplosiva e una bomba imbottita di chiodi...




Poco prima delle 21, l'uomo ha fatto esplodere un trolley "con esplosivo a bassa intensità" nella stazione centrale della capitale belga, pare dopo essere stato individuato dalla polizia. "Ha urlato Allah Akbar", ha raccontato un capostazione che era presenta sul posto. La Polizia ha comunicato che la situazione è sotto controllo



Non solo una cintura esplosiva ma anche una bomba imbottita di chiodi inesplosa. È quanto riportano i media locali sul kamikaze che ha seminato il panico nel tardo pomeriggio di ieri a Bruxelles. L’attentato è stato sventato, poco dopo le 20.30, dagli agenti di guardia nella stazione Gare Central, vicina alla Grand Place. L’uomo – attorno ai 35 anni, riferiscono i testimoni – indossava una cintura esplosiva, ma “è stato neutralizzato” dalle forze dell’ordine poco prima che potesse farsi saltare in aria. È riuscito solo ad azionare una carica esplosiva “a bassa intensità” contenuta in un trolley che portava con sé.
“Ha gridato Allah Akbar e poi abbiamo sentito l’esplosione, avvenuta vicino al mezzanino. Ero con un mio collega, che ha pensato a una bomba”, ha raccontato uno dei capostazione alla Derniere Heure.
Il corpo del presunto kamikaze è rimasto a terra per diverso tempo perché è stato necessario l’intervento degli artificieri: dai vestiti, infatti, gli agenti hanno notato la presenza di diversi fili elettrici che farebbero pensare alla presenza di una cintura esplosiva. “La situazione è sotto controllo: una persona è stata neutralizzata dopo una piccola esplosione, non ci sono altri feriti”, ha comunicato la polizia via Twitter.
La zona è stata evacuata e la circolazione dei treni e della metropolitana è stata sospesa per un paio d’ore. Fino a sera, le persone che si trovavano nei ristoranti e nei locali della zona sono stati costretti a rimanere all’interno per facilitare le operazioni di controllo delle forze dell’ordine che hanno pattugliato le vie più vicine alla stazione...
(Il Fatto Mondo)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA