Yemen alle soglie dell’ inferno, strage per fame oltre la guerra...




Così si muore di fame nella guerra dimenticata dello Yemen. Secondo le Nazioni Unite, nel paese un bambino sotto i cinque anni di età muore di fame ogni dieci minuti. Msf denuncia l’emergenza umanitaria: «Conflitto a porte chiuse in un’area fuori dal tempo, dove i civili muoiono ignorati sotto le bombe e dove i bambini muoiono combattendo per difendere interessi che non sono i loro».



Dopo 25 mesi di conflitto lo Yemen è in piena emergenza umanitaria. L’ennesima denuncia arriva da Medici senza Frontiere che denuncia come «tutti gli attori in guerra stiano compiendo attacchi indiscriminati senza alcun rispetto per i civili o infrastrutture come ospedali, scuole e mercati».
Il dottor Roberto Scaini, capo dell’équipe medica di Msf, è appena rientrato in Italia e ha raccontato la sua esperienza in questo «conflitto a porte chiuse in un’area fuori dal tempo, dove i civili muoiono ignorati sotto le bombe e dove i bambini muoiono combattendo per difendere interessi che non sono i loro».
Nella capitale yemenita, Sana’a, è esplosa intanto una epidemia di colera e gli ospedali sono al collasso. Dal 6 maggio, i pazienti, tra cui molti bambini, sono stati ricoverati nei corridoi o messi in reparti improvvisati all’aperto. Più di due anni di guerra hanno raso al suolo più della metà di tutte le strutture sanitarie in Yemen, inoltre, ci sono carenze di medici in oltre il 40 per cento di tutti i distretti, secondo il ministero della Sanità.
Il colera viene trasmesso attraverso l’acqua potabile contaminata e potrebbe rivelarsi fatale fino al 15 per cento dei casi non trattati.
Quasi 3,3 milioni di persone dello Yemen, tra cui 2,1 milioni di bambini, soffrono attualmente di malnutrizione acuta, con più di sette milioni di Yemeniti che affrontano una situazione acuta. persone dello Yemen.
The Post Internazionale propone l’immagine (che noi scegliamo invece di non proporvi) e la storia di Jamila Ali Abdu, una bambina yemenita di appena sette anni, che è morta in questi giorni dopo aver sofferto di malnutrizione e aver contratto delle infezioni da vermi, a causa della mancanza di cure mediche adeguate.
La guerra civile si protrae da due anni e tre milioni di yemeniti sono stati costretti ad abbandonare le loro abitazioni. Trovare cibo e acqua spesso è difficile, per la catastrofica carestia causata dal conflitto. In due anni i tassi di malnutrizione tra la popolazione sono schizzati del 200 per cento. A essere in pericolo sono soprattutto i bambini: circa un milione e mezzo, secondo le Nazioni Unite, soffrono di forme di malnutrizione e 370mila sono in pericolo di vita.
La Banca centrale dello Yemen non ha denaro da investire nelle importazioni alimentari e le principali vie di rifornimento sono frequentemente attaccate, rese inagibili dai bombardamenti della coalizione guidata dall’Arabia Saudita.
Le Nazioni Unite hanno delineato un quadro drammatico: in Yemen un bambino sotto i cinque anni di età muore ogni 10 minuti per la carestia che affligge il paese, sottolineando come molti bambini che riescono a sopravvivere sono comunque soggetti a precarie condizioni di salute per tutta la vita...

(RemoContro)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA