La gioia, il pianto e gli abbracci: a casa le ragazze rapite da Boko Haram...




La loro storia ha commosso il mondo: hanno potuto riabbracciare le famiglie solo molti giorni dopo la liberazione

                                 La gioia e il pianto delle ragazze tornate a casa dopo la liberazione da Boko Haram



La fine di un orrrore e di una disperazione durata per un tempo interminabile. Ma ferite che resteranno a lungo, Le famiglie delle 82 studentesse della scuola di Chibok, in Nigeria, rapite dal gruppo jihadista Boko Haram, e liberate allinizio di maggio dopo 3 anni di prigionia, hanno potuto finalmente riabbracciare le loro figlie ad Abuja. 
Prima che l’incontro fosse concesso è stato necessario interrogare le giovani e fornire loro il supporto psicologico necessario per il reintegro nell’ambiente familiare dopo una simile traumatica esperienza.



(Globalist)


Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA