Filippine: jihadisti massacrano i civili...






(ANSA) - BANGKOK, 28 MAG - Bombardamenti aerei, combattimenti nelle strade, e ora anche esecuzioni di civili da parte dei militanti jihadisti ancora asserragliati: la città filippina di Marawi è arrivata al sesto giorno di guerra e a quasi un centinaio di morti, con l'esercito filippino che cerca di sradicare la minaccia dell'Isis prima che attecchisca nell'arcipelago, trovandosi però di fronte combattenti più organizzati del previsto.
    La scoperta di 19 cadaveri di civili uccisi dagli assalitori armati, e il contemporaneo aggiornamento dei militanti uccisi (arrivato a 61), hanno portato a 95 il numero dei morti dall'inizio delle violenze martedì scorso. Un cartello trovato sul corpo di alcuni uomini uccisi dai militanti ("traditori della fede") fa pensare a esecuzioni di musulmani considerati collaboratori delle autorità o comunque non inclini a schierarsi con i jihadisti, da parte di gruppi armati sempre più radicalizzati e ideologicamente affiliati - probabilmente meno a livello organizzativo - allo Stato islamico.

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari