Senza più cari e casa: le statistiche della morte ignorano il dolore...




Un uomo affranto dopo l'ennesimo bombardamento che ha sventrato abitazioni e ucciso innocenti




Ha perso la casa e i suoi cari. Si può immaginare un dolore più atroce?
Un uomo disperato a Saqba subito dopo l'ennesimo bombardamento che ha distrutto case e ucciso civili innocenti.
Le statistiche ufficiali snocciolano cifre e dati di morti e distruzioni che fanno rabbrividire.
Ma il dolore e la disperazione non potranno mai far parte di alcuna statistica. Si può soltanto provare a immaginarla con molto pudore nei confronti di chi soffre...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA