Il denaro per le armi uccide: attivista di 86 anni imbratta una banca svizzera...




Louise Schneider, militante svizzera non si arrende: blitz alla banca nazionale di Berna

                                                                Louise Schneider fermata dagli agenti



Una vicenda che ha dell’incredibile. Decisamente non conosce età la lotta per gli ideali. E vedere una donna di 86 anni intenta a imbrattare una parete, armata di bomboletta spray, è uno spettacolo più unico che raro, specie quando la parete in questione è quella che riporta l’insegna della Banca Nazionale Svizzera, situata proprio a fianco della Bundesplatz.

Louise Schneider, pacifista di 86 anni e attivista dell’organizzazione per una Svizzera senza armi (GSoA) è convinta nel perseguire la propria causa: «Ho sempre lottato contro la guerra e la povertà. Ma finché ci saranno le armi da fuoco, non cambierà nulla», ha precisato la donna, che questa mattina ha "sprayato", in color rosso sangue, la frase «Geld für Waffen tötet» («Il denaro per le armi uccide») sulla parete della BNS.


«I soldi non dovrebbero, in nessun caso, essere destinati alla produzione di armi», ha dichiarato l’86enne, ricordando gli insegnamenti del padre che le spiegava come «ogni male torna sempre indietro».

L’insolita scena non ha però sorpreso solamente i passanti. Anche gli agenti di polizia, giunti sul posto "in forze" nel giro di pochi minuti, hanno avuto qualche difficoltà e sono rimasti decisamente increduli.

La donna infatti ha provato brevemente a spiegare l’accaduto agli agenti, salvo poi voltarsi sorridente verso il pubblico dicendo: «Non ci credono che sono stata io!». Convinti infine dalla “confessione”, gli agenti hanno condotto l’86enne presso la stazione di polizia.

Un fermo che non servirà a bloccare la tenacia dell’anziana nei confronti della propria causa. L’organizzazione GSoA ha infatti avviato oggi una raccolta firme a favore di un’iniziativa che intende, tra le altre cose, vietare alla Banca Nazionale e alla Cassa pensioni gli investimenti nel settore bellico. La raccolta è iniziata ufficialmente oggi per perorare la causa di divieto di esportazione di materiale bellico". 

Resterà stupito che crede che solo i giovani conservano gli ideali e la voglia di lottare. Il desiderio di pace e di giustizia evidentemente non ha età...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA