Brasile, indigeni in piazza per salvare le riserve dell'Amazzonia...




In migliaia si sono scontrati con le forze dell'ordine a Brasilia contro l'invasione degli agricoltori nelle riserve amazzoniche e dei gruppi industriali che si espandono sempre di più nella foresta.





In Brasile, migliaia di indigeni si sono scontrati con le forze dell’ordine nella spianata antistante il Parlamento di Brasilia. La gigantesca manifestazione di protesta era stata organizzata per denunciare il degradarsi delle condizioni in cui vivono le tribù originarie delle regioni amazzoniche.


Le violenze ai danni degli indigeni sono frequenti, ma gli organizzatori della manifestazione intendono portare all’attenzione delle autorità un peggioramento della situazione da quando il governo del Presidente Michel Temer sta allargando le maglie delle restrizioni per agricoltori e grandi gruppi industriali che espandono sempre più le proprie attività nelle aree della foresta amazzonica.


La protesta è stata organizzata contro l'invasione degli agricoltori nelle riserve amazzoniche. Gli agenti hanno lanciato proiettili di gomma e gas lacrimogeni contro i manifestanti, che si sono presentati con corpi dipinti, copricapo colorati, archi e frecce. La dimostrazione è stata pacifica fino a quando la polizia è dovuta intervenire per bloccare alcuni indigeni che tentavano di arrampicarsi su una rampa dell'edificio congressuale.


Sonia Guajajara, coordinatore della marcia, ha detto che circa 4.000 manifestanti hanno partecipato alla protesta. Ogni anno, in Brasile, sono decine le persone indigene uccise in combattimenti con coltivatori nella regione amazzonica. Le riserve indigene sono ambite perché ricche di risorse e materie prime.


.
Secondo gli organizzatori della marcia di protesta, 4 persone sono state arrestate. La polizia non ha invece fornito cifre a riguardo.


(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari