Bomba in chiesa, strage di cristiani in Egitto: 13 morti e 42 feriti...




L'esplosione mentre si stava celebrando la domenica delle palme: cordone di sicurezza nella zona



Lo Stato Islamico lo aveva detto e, purtroppo, lo sta facendo: l'obiettico della sua costola egiziana è quello di massacrare i cristiani del paese, sia perché "infedeli" da eliminare, sia perché accusati di sostenere il regime di Al Sisi.
E ora dopo l'attacco alla cattedrale del Cairo almeno 13 persone sono state uccise e 42 ferite a seguito dell'esplosione di una bomba avvenuta vicino a una chiesa, a Tanta, in Egitto, a nord del Cairo. Lo riferisce l'emittente Al Arabiya, ricordando che i cristiani copti costituiscono circa il 10% della popolazione egiziana.
Le forze di sicurezza hanno formato un cordone attorno alla chiesa copta Mar Girgis vicino alla quale e' avvenuta l'esplosione, riporta il sito del quotidiano Al-Youm 7, sottolineando che sul posto sono arrivate anche la protezione civile ed esperti di esplosivi. La chiesa si trova nella zona Ali Moubarak, riporta il giornale Al Masry Al Youm, sottolineando che cinque ambulanze si sono recate immediatamente sul posto. Nella chiesa si stava celebrando la Domenica delle Palme.

Ovviamente sullo sfondo dell'ennesimo attentato contro i cristiani c'è la prossima visita di Papa Francesco prevista per fine aprile. Una data importante per la pace ma vista come un affronto dai vari gruppi e gruppuscolo che si rifanno sia all'Isis che ad Al Qaida...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari