A Istanbul parte la protesta anti-Erdogan: pentole e padelle contro il sì...




Il referendum vinto nelle province, ma le tre grandi città turche hanno scelto il no



Non sarà facile. E chissà se dopo tanta repressione il dissenso anti-Erdogan si farà sentire: i residenti in diversi quartieri di Istanbul hanno manifestato il loro dissenso sbattendo pentole e padelle fuori dalle finestre dopo la vittoria del 'sì' al referendum costituzionale. Si tratta di una forma di protesta tradizionale. Video e foto pubblicate sui social media hanno mostrato piccoli gruppi di manifestanti che scendono in piazza in alcune zone. Il 'sì' si sarebbe attestato al 51,3%, secondo l'agenzia Anadolu statale. Le tre maggiori città della Turchia, tra cui Istanbul, però, hanno votato "no".

Il consiglio d'Europa invita Erdogan a riflettere bene
La leadership turca dovrebbe riflettere attentamente sui suoi prossimi passi vista la vittoria di stretta misura del 'sì', prima di concedere nuovi poteri per il presidente Tayyip Erdogan. Lo ha reso moto il Consiglio d'Europa. "L'elettorato turco ha votato gli emendamenti alla revisione della Costituzione" e visto il piccolo scarto tra il 'sì' e il 'no' "la leadership turca dovrebbe prendere in considerazione con attenzione i prossimi passi", ha detto Thorbjørn Jagland, segretario generale del Consiglio d'Europa. "Si tratta di una questione della massima importanza per garantire l'indipendenza del potere giudiziario in linea con i principi dello stato di diritto sanciti dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Il Consiglio d'Europa, di cui la Turchia è membro a pieno titolo, è pronto a sostenere il Paese in questo processo ", ha aggiunto Jagland...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA