La cantonata di Dijsselboem: l'alcol consumato soprattutto nel nord Europa...




A quanto pare l'Olanda sa far peggio Italia e Grecia in quanto a consumo di alcol.



Hanno scatenato una prevedibile bufera le parole del presidente dell’Eurogruppo Jeoroen Djissembloem  nel corso di un’intervista al quotidiano tedesco Faz, parlando della crisi del debito in Europa. Il ministro olandese ha criticato i paesi del Sud Europa per avere, secondo lui, sperperato gli aiuti provenienti dagli Stati del nord in alcol e donne.

Sorprendentemente e con buona pace del presidente i dati relativi al consumo alcol, analizzati da Termometro politico e tracciati dall’Ocse, aggiornati al 2014, dicono che il consumo medio di alcol tra gli olandesi è di 8,4 litri per persona. Dato nettamente superiore all’Italia (7,6 litri) e alla Grecia (7,4 litri). Solo il Portogallo consuma più alcol dell’Olanda, con 9,9 litri.

Anche dall’Oms (Organizzazione mondiale della salute), delinea i suoi dati in un report. Anche qui Italia e Grecia sono le più virtuose, con appena 7,7 litri procapite. Spagna e Portogallo invece balzano a 9 litri e l’Olanda sta al centro con 8,7 litri pro-capite.

Secondo i dati Ocse il consumo di alcol nei paesi Italia e Portogallo dagli anni ’60 sarebbe calato drasticamente. Al contrario di Spagna e Olanda.

Anche nei giovani, l’ultimo rappporto Espad 2015 evidenzia come il consumo di alcol in Olanda non sia affatto inferiore a quello di Italia, Grecia e Portogallo. Con buon pace di Djissembloem...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari