Fine vita, per i medici non può essere curato: corsa alle donazioni per salvare Charlie...




Gara di solidarietà in Gran Bretagna, già 15 mila le persone che vogliono aiutare un neonato di sette mesi. I dottori consigliano di staccargli la spina.



Sono già 15mila le persone che hanno donato denaro in una colletta che ha raggiunto quasi le 300mila sterline: serve però oltre un milione di pound per poter trasferire e sottoporre a una terapia sperimentale negli Stati Uniti il bimbo ricoverato nel maggiore centro pediatrico di Londra, dove però i dottori preferirebbero staccargli la spina per evitare ulteriori sofferenze.

I genitori invece, Connie Yates e Chris Gard, si sono opposti, affermando che è possibile ancora salvare il piccolo affetto dalla sindrome di deperimento mitocondriale, malattia di cui si conoscono pochi altri casi.

A dirimere la questione è addirittura intervenuto un giudice dell'Alta corte che dovrà esprimersi sul caso il mese prossimo. Si tratta di una vicenda simile a quella di Marwa, bimba francese di 15 mesi completamente paralizzata e incosciente, ricoverata in un letto d'ospedale a Marsiglia...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA