infolinks text ads

infolinks

COSA È SUCCESSO IL 6 MARZO NEL MONDO...






Stati Uniti:  Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato il nuovo ordine esecutivo sull'immigrazione. Con il nuovo provvedimento si blocca per 90 giorni l'ingresso nel paese dei cittadini musulmani provenienti da Iran, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen

Corea del nord: quattro missili balistici sono stati lanciati nel mar del Giappone. Lo hanno riferito funzionari sudcoreani e giapponesi. Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha definito la mossa “un'azione estremamente pericolosa”. 
Italia: Gli abitanti sono 60 milioni e 579mila. Lo rivelano i dati Istat aggiornati al 1 gennaio 2017, secondo i quali la popolazione italiana conta 86 mila persone in meno rispetto all'anno precedente. Dei 60 milioni totali, 55 milioni sono italiani, 5 milioni stranieri. La natalità è in calo. Nel 2016 sono nati 474mila bambini, ancora meno che nel 2015, quando si erano registrate 486mila nascite. Per quanto riguarda i decessi, nel 2016 sono diminuiti rispetto all'anno precedente, con 608mila morti rispetto ai 648mila del 2015. 
Iraq: Le forze dell’esercito hanno riconquistato il ponte al-Hurriya sul fiume Tigri. Si tratta del secondo dei cinque ponti che sono al centro dei combattimenti iniziati a ottobre 2016 per riconquistare Mosul, ancora in mano al sedicente Stato Islamico. In un reportage fotografico le immagini della battaglia in una delle roccaforti dell’Isis.
Stati Uniti: Il direttore dell'Fbi James Comey ha respinto le accuse di Donald Trump nei confronti di Barack Obama. Secondo l'attuale presidente statunitense, il suo predecessore avrebbe ordinato intercettazioni telefoniche per spiarlo prima della sua elezione. 
Francia: Alain Juppé, il politico della destra considerato un probabile sostituto di Francois Fillon nella corsa all'Eliseo, ha detto che non correrà alle presidenziali, nonostante abbia ricevuto pressioni per farlo.
Unione Europea: i ministri degli Esteri e della Difesa europei hanno deciso la creazione del primo comando militare unificato dell'Unione europea. Il provvedimento è arrivato al termine del Consiglio Affari Esteri a Bruxelles. La struttura controllerà le missioni militari europee come quelle attualmente in corso in Mali, Centrafrica e Somalia. Si concentrerà sulle operazioni di addestramento e sostegno a paesi terzi e sarà operativa in poche settimane.
Zambia: Almeno otto persone sono morte travolte dalle folla lunedì 6 marzo 2017 durante la distribuzione dei pasti per i poveri, a Lusaka, la capitale dello Zambia. Secondo quanto riporta la polizia locale almeno 28 sarebbero i feriti. L'incidente è avvenuto in un centro per la formazione sportiva giovanile, l'Olympic Youth Development Centre, dove era in corso la distribuzione del cibo organizzata da una chiesa del luogo.
Corea del nord: Il paese ha deciso di espellere l'ambasciatore malese. La mossa del governo di Pyongyang arriva dopo settimane di rapporti molto tesi tra i due paesi, a seguito dell'uccisione nell'aeroporto di Kuala Lumpur di Kim Jong-nam, fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un.
Mali: Gruppi armati hanno impedito l'instaurarsi di un governo provvisorio a Timbuktu. Nella giornata sono avvenuti scontri e secondo i residenti sarebbero stati esplosi anche dei colpi di arma da fuoco. Banche, scuole e negozi sono stati chiusi.
Afghanistan: La first lady Rula Ghani ha rivolto un appello ai talebani, chiedendo loro di “risparmiare le donne”, che “nei principi dell'islam sono le principali costruttrici della nostra società”. L'appello lanciato da Rula Ghani è stato rivolto ai talebani a nome di tutte le donne del paese affinché “si metta fine alla guerra”...
(The Post Internazionale)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari