Mosul, una bimba e una ragazza yazide fuggite dalla schiavitù Isis...




Nella parte occidentale di Mosul sono riuscite nella notte a fuggire dai loro carcerieri jihadisti dello Stato Islamico .



Due ragazze yazidi, una bambina di 7 anni e l'altra di 25 anni, sono riuscite nella notte a fuggire dai loro carcerieri, jihadisti dello Stato Islamico (Isis) che le tenevano come schiave in un quartiere nella parte occidentale di Mosul nel mirino di un'offensiva delle forze irachene. Lo ha detto una fonte militare aggiungendo che le due ragazze sono state "prelevate" in un punto convenuto dalle forze di sicurezza irachene, come riportano media locali.

"Due ragazze, una bimba di appena 7 anni ed una di 25 sono riuscite a fuggire in una tarda ora della notte dal quartiere di al Mamun", sul versante sinistro del fiume Tigri che divide in due il capoluogo, ha detto il capitano dell'esercito Jabbar Hassan citato dalla tv satellitare al Sumeria.

"Una unità delle forze di sicurezza le hanno consegnate ai Peshmerga (forze regionali curde) che a sua volta le ha trasferite in un campo profughi nella città di Dhouk" nel Kurdistan iracheno, ha aggiunto il capitano.

"Dopo informazioni apprese sull'avvenuta fuga delle due, una forza speciale si è infiltrata nel luogo dove si trovavno trasferendole in un posto sicuro", ha detto l'attivista yazidi Raad al Yass.

L'Isis è stato indicato dalle Nazioni Unite come responsabile di un genocidio della minoranza yazidi, comunità pre-islamica che vive nel nord dell'Iraq. Un genocidio costato la vita a 5.000 civili yazidi durante quella che è stata definita una "campagna di conversione forzata" degli uomini del califfato nero a partire dall'estate del 2014...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari