Iraq, due attacchi kamikaze contro mercati a Baghdad: 18 morti...






Baghdad, 8 gen. (askanews) - Almeno 18 persone sono morte e altre 55 sono rimaste ferite nei due attentati kamikaze messi a segno oggi contro zone di mercato a Baghdad, in Iraq.
Il primo attacco, rivendicato dai jihadisti dello Stato islamico (Isis), è avvenuto al mercato di Jamila, situato nel grande quartiere a maggioranza sciita di Sadr City. "Un soldato all'ingresso del mercato di Jamila ha aperto il fuoco contro l'autobomba dopo aver notato un veicolo sospetto, ma il terrorista ha fatto esplodere la vettura", ha spiegato il portavoce del ministero dell'Interno iracheno, Saad Maan. Il bilancio delle vittime fornito da fonti ospedaliere è di 12 morti e 39 feriti.
Nella rivendicazione, l'Isis ha precisato che il kamikaze era un iracheno che ha preso di mira gli sciiti, considerati eretici dall'organizzazione jihadista. Un ospedale di Sadr City ha riferito in un comunicato di aver trovato altra carica esplosiva sul corpo dell'attentatore, che è esplosa mentre venivano cercati eventuali documenti di identità. La deflagrazione non ha fatto altre vittime.
Un secondo kamikaze si è fatto esplodere in un mercato del quartiere Baladiyat, nella zona Est della capitale, facendo almeno sei morti e 16 feriti. Al momento non è giunta alcuna rivendicazione.
I due attentati sono stati messi a segno mentre le truppe irachene sono impegnate, dall'ottobre scorso, nell'offensiva contro l'Isis a Mosul, nel Nord del Paese. (fonte Afp)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA