Vietata pure la tv: Isis distrugge decoder e parabole satellitari...




Le immagini arrivano da Wilayat al-Furat, ossia dalla provincia dell'Eufrate dell'Isis



Le immagini arrivano da Wilayat al-Furat, ossia dalla provincia dell'Eufrate dell'Isis.
E mostrano gli abitanti di un villaggio, apparentemente felici (sempre di propaganda si tratta) mentre distruggono decoder e parabile satellitari.
Così lo Stato Islamico ha la certezza che nessuno degli abitanti del Califfato potrà vedere in televisione nulla che non sia strettamente approvato dai seguaci di al Baghdadi.
Tutti contenti? No, ovviamente. Chi può fugge dalle città controllate dall'Isis, dove le donne non hanno diritti e vengono punite se non interamente coperte. Dove è vietatto fumare, è vietata la musica. E ora è vietato anche stare dentro casa a guardarsi la televisione.
Senza parlare delle frustate, delle condanne a morte e delle decapitazioni.






(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari