Un video con le figlie di 7 anni mandate a farsi esplodere...




La follia jihadista non ha limiti: è il caso che ha scosso Damasco



Vergogna. Fanatismo. Addirittura malattia mentale: una coppia di jihadisti ha diffuso un video in cui abbracciano e baciano le loro figlie dopo aver spiegato come condurre un attacco kamikaze. Una delle due piccole, di soli sette anni, sarebbe la bambina con una cintura-bomba che si è fatta esplodere il 16 dicembre in una stazione di polizia di Damasco, provocando la morte sua e di due agenti. Una sequenza orribile di immagini che mostrano il gesto più vile che ci si possa aspettare da un padre e da una madre.
Durante il filmato si può ascoltare l'uomo intento nella spiegazione delle modalità di attacco. Le piccole appaiono vestite con abiti pesanti, prima, e coperte da uno chador, dopo. Le immagini sono strazianti, in particolare durante il "saluto" dei genitori. Prima di indossare il velo, entrambe le bambine escono dalla stanza dicendo "Allah Akbar".

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA