Natale di sangue a Chicago, 57 sparatorie e 12 morti...







Natale non ferma l'escalation di violenza e morte a Chicago. Nella città dell'Illinois nel weekend natalizio, tra venerdì e lunedì, si sono avute 57 sparatorie, con almeno 12 persone rimaste uccise e decine di feriti, alcuni in modo grave. Il numero degli scontri a fuoco e delle vittime, praticamente il doppio di quelle registrate, 30 sparatorie e sei morti, lo scorso Natale, conferma come a Chicago l'ondata di violenza abbia raggiunto proporzioni enormi e difficili da controllare.
La più grave della sparatoria si è avuta, proprio il giorno di Natale, ad East Chatam, uno dei quartieri più colpiti dall'ondata di violenza, dove un uomo ha fatto irruzione in una casa dove si stava festeggiando uccidendo due fratelli Roy e James Gill, di 21 e 18 anni. Altre cinque persone rimaste ferite.

Altri teenager sono rimasti coinvolti in una sparatoria, avvenuta venerdì notte nel quartiere di South Austin, durante la quale, fortunatamente non è rimasto ucciso nessuno.
Mentre un uomo di 40 anni è stato colpito da una raffica di proiettili all'uscita da una chiesa ed è morto poi a seguito delle ferite riportate in ospedale. "Siamo una città traumatizzata", ha dichiarato al Chicago Tribune, Susan Johnson che dirige i Chicago Survivors, associazione che dà sostegno alle famiglie delle vittime di questa ondata di omicidi, in stragrande maggioranza collegati alla violenza tra gang criminali...

(Adnkronos)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari