Lukasz Urban, il gigante buono polacco alla guida del Tir rapito e ucciso...




L'uomo aveva 37 anni, lascia la moglie e un figlio diciassettenne: era atteso per andare a fare i regali di Natale



Chi sia il terrorista non si sa. Ma ora si sa chi è stata la prima vittima della strage di Berlino. Si chiamava Lukasz Urban, 37 anni, un omone alto 1,80 cm e con 120 chili di peso. Un uomo che è stato fermato solo perché la persona che, verosimilmente, ha dirottato il tir lo ha ucciso con tre colpi di pistola.
Una storia, la sua, di un Natale atteso per festeggiare in famiglia, come molti, senza immaginare che avrebbe trovato una morte orribile mentre tornava a casa. Sua moglieZuzanna, lo aspettava perché insieme dovevano andare a comprare i regalo di Natale. Ora la donna è sotto shoc e non ha avuto la forza di andare a Berlino per riconoscere il corpo del marito,
Di lui è stata diffusa una foto del 2008 mentre è sorridente alla guida del camion. E ne è stata diffusa una più recente da parte del proprietario dell'azienda, che è anche il suo cugino.
Oltre alla moglie lascia un figlio di 17 anni. Un uomo semplice.
La notizia ha destato molto scalpore in Polonia, dove la magistratura ha aperto un'inchiesta sulla morte del suo connazionale.



(Nelle foto in basso Ariel Zurawski, proprietario dell'azienza e cugino di Lukasz Urban. Nella prima mostra la foto del cugino dal suo cellulare, nella seconda con la moglie Yuditha)...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA