Il 2016 e' stato il super-anno di #Putin...





Il successo militare in Siria, l’elezione di Donald Trump, la Brexit, lo smarrimento dell’Occidente: per Vladimir Putin il 2016 è stato un anno fortunato. Lo scrive il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine.






Secondo la pubblicazione, è rimasto un solo paese a Putin per fare l'en plein: la Germania. Le discussioni sul ruolo di primo piano di Berlino negli affari europei si svolgono da molti anni e il Cremlino segue con attenzione i loro progressi. Se all'epoca del cancelliere Gerhard Schröder le relazioni tra i due paesi potevano essere definite amichevoli, adesso la Russia guarda con sempre più diffidenza la Germania. "In passato il più grande nemico della Russia erano gli Stati Uniti. Ora, a quanto pare, è la Germania", scrive il giornale tedesco. Che altro può contrapporre l'Europa Putin? Dal momento che non può o non vuole usare la forza militare, le rimangonole risorse economiche, nei settori che riguardano l'accesso ai mercati dei capitali, ai sistemi finanziari e agli investimenti. Se l'Europa non vuole approfittare di questi strumenti anche per timore delle conseguenze negative per se stessa, allora non le rimane più nulla. L'introduzione di nuove sanzioni contro la Russia è stata recentemente respinta dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker con la giustificazione che non avrebbero "impressionato" la Russia. Di conseguenza, il capo dell'organo di governo dell'Unione Europea ha bocciato tale politica riconoscendola inadeguata. Putin dovrebbe essere molto felice, nota il Frankfurter Allgemeine...

(Sputinik)



Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari