Erdogan protegge l'Isis e fa bombardare i curdo-siriani di Kobane...




L'artiglieria di Ankara spara contro i militari delle Ypg che hanno contrastando lo Stato Islamico



Il nemico principale sono i curdi. L'Isis lo è ma solo in parte. Le linee-guida di Erdogan sono chiare: così i militari della Turchia hanno bombardato una base delle Unità di Protezione Popolare (Ypg) che si trova vicino alla città di Kobane nel nord della Siria.
L'artiglieria turca ha sparato contro il villaggio di Tel Shaeer nella campagna occidentale di Kobane, dove si sono i militari delle Ypg. L'attacco, avvenuto duranta la sera di domenica, ha provocato soltanto danni materiali. Non sono stati segnalati morti o feriti.
La leadership curda delle Ypg ha condannato l'attacco, accusando la Turchia di aver preso di mira le aree curde nel nord della Siria, nel tentativo "di minare i progressi dei curdi nella lotta contro l'Isis".
Questa non è la prima volta che la Turchia ha preso di mira i curdo-siriani del Rojava:  l'esercito turco ha lanciato più di 25 attacchi contro le posizioni dei curdi nel nord della Siria...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari